Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti.


Circola nel Cinema Alice Guy :: recensione di Vision aus dem Leben der Hildegard von Bingen di Margarethe von Trotta

on .

Ildegarda di Binghen, donna autorevole di pensiero e di cultura, mistica, naturalista, filosofa e musica, profeta, guaritrice nonché predicatrice, una di quelle grandi monache del medioevo che parlavano con i papi senza spirito di inferiorità e confliggevano con i poteri quando era ritenuto da loro necessario, è raccontata dalla regista Margarethe von Trotta nel bel film del 2009 VISION aus dem Leben der Hildegard von Bingen e magistralmente interpretata dall’attrice Barbara Sukova così come la sua allieva amata Richardis von Stade lo è dalla luminosa Hannah Herzsprung. Grandi entrambe, le attrici protagoniste! Anzi grandi tutte e tre, la regista e le attrici protagoniste! O meglio grandi tutte e quattro, la Magistra, la Regista e le Interpreti! Un film di profondo respiro e bellezza.

Presentato in Italia al Festival del cinema di Roma nell’autunno del 2009 non è stato considerato interessante da alcun distributore italiano e quindi non è stato visibile nelle sale, neanche nei circuiti di cinema culturale e d’essai! Nemmeno la von Trotta ce la fa a passare la coltre del conformismo ignorante e noioso, quella misoginia addenzata e mucillaginosa dei circuiti cinema ed audiovideo in Italia!?

“Avevo in mente questo film fin dagli anni '80 - ha dichiarato la regista in conferenza stampa a Roma - mi hanno davvero molto colpita la biografia e le lettere di Hildegard... Ho scelto di non mostrare le sue visioni nel film per evitare di renderle kitch... Sono toccata dalla sua grandezza ed autenticità e sono convinta che se fosse vissuta ai giorni nostri, sarebbe stata senz’altro un'illustre scienziata ...”

Ospitata con alcune amiche Margarethe von Trotta a Cagliari nei primi anni ‘90, in occasione del 100 anni del cinema nel quadro di una rassegna su Grandi Registe Europee (13lune ed., Ca, 94 ), ricordo benissimo i suoi luminosi racconti, passeggiando in Castello, su alcune figure di donne e storie che aveva in mente di raccontare e si chiedeva e ci chiedeva delle attrici possibili e del desiderio di forma e del lavoro sulle storie e le vite...

Un Augurio! Aspettando di vedere nelle sale il più recente lavoro filmico di Margarethe von Trotta su Hannah Arendt, che confidiamo stavolta venga comprato anche da qualche distributore italiano data la notorietà e l’autorevolezza riconosciuta della grande singolare pensatrice ... chissà che con l’occasione qualche spirito illuminato non ce la faccia a mettervi in coppia anche la storia di una monaca del profondo medioevo ...
Da noi sottotitolato, DVD acquistato in Germania, abbiamo potuto vedere il film nel quadro dei nostri Piccoli Cantieri di Cinema: di Vita e d’Arte, a Cagliari nell’inverno scorso, nel piccolo di un Circolo del Cinema. Ci auguriamo in tante/i di poterlo vedere presto nelle sale!

Nota: ricordiamo che tra gli ultimi atti del suo pontificato Benedetto XVI, poco prima delle sue inaudite dimissioni, non ha trascurato di proclamare Ildegarda di Bingen Dottora della Chiesa! Patriarcato autocratico batte mercato liquido 2 a 0!

Vision aus dem Leben der Hildegard von Bingen / REGIA, SCENEGGIATURA e ART DIRECTOR: Margarethe von Trotta / INTERPRETI: Barbara Sukowa: Hildegarda von Bingen ; Heino Ferch: monaco Volmar; Hannah Herzsprung: Richardis von Stade ; Alexander Held: Abt Kuno; Lena Stolze: Jutta; Sunnyi Melles: la madre di Richardis; Paula Kalenberg: Klara ; Mareile Blendl: Jutta von Sponheim; Vera Lippisch: Gunhild; Annemarie Düringer: Badessa Tengwich; Devid Striesow: Federico Barbarossa / FOTOGRAFIA: Axel Block; SCENOGRAFIA: Heike Bauersfeld ; MUSICA: Christian Heyne e Hildegard von Bingen /MONTAGGIO: Corina Dietz; CASTING: Sabine Schroth/PRODUZIONE: Markus Zimmer, Christian Baute, Manfred Thurau. 2009, 106’

M. Pia Brancadori - Circola nel Cinema Alice Guy

Commenti   

 
Cristiana
0 #4 Cristiana 2013-09-28 23:36
anche se questo film non è possibile visionarlo in lingua italiana, almeno i sottotitoli!!! qualcuno ne sa di più? grazie
Citazione
 
 
Luciano
+1 #3 Luciano 2013-04-21 11:22
E' un vero scandalo che un film così non si possa vedere nelle scuole, nei cinema e dovunque. Il segno triste dei nostri tempi
Citazione
 
 
sue mode
+1 #2 sue mode 2013-04-21 11:20
il film è davvero molto molto bello
Citazione
 
 
apiapi
+1 #1 apiapi 2013-04-19 20:38
grazie molte
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna