Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti.


Le difficoltà del Centro antiviolenza Le Onde di Palermo nella gestione dell'accoglienza

on .

Pubblichiamo il comunicato stampa del Centro antiviolenza Le Onde Onlus di Palermo che, dal 6 Ottobre 2008, è costretto a sospendere gli ingressi di donne e minori vittime di violenza nelle sue strutture di ospitalità ed a ridurre le giornate di apertura che si effettueranno nei giorni di: lunedì e venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e martedì dalle 15.30 alle 19.00.

Nel dicembre 2007 il Comune di Palermo interrompeva la decennale convenzione per i servizi di ospitalità e accoglienza a donne e minori vittime di violenza effettuati dalla nostra associazione. Da gennaio 2008 abbiamo comunque garantito i servizi di accoglienza ed ospitalità nella Casa delle Moire e nella Casa di Maia, secondo le nuove modalità concordate con l’Amministrazione Comunale - Assessorato Attività sociali, e con l’impegno dell’inserimento delle azioni nel riallineamento del Piano di Zona DSS42 L. 328/2000, all’oggi non ancora avviato.

In questi mesi abbiamo accolto 243 donne e ospitato 18 tra donne e minori.
Il comune di Palermo non ha però erogato il pagamento delle rette, così come previsto, determinando per l’Associazione Le Onde Onlus una grave sovraesposizione economica che non è più possibile sostenere.

Siamo pienamente consapevoli che con questa scelta si determina una severa riduzione dei servizi specializzati in merito al contrasto del fenomeno della violenza verso le donne ed alla garanzia di luoghi di protezione per quelle donne coi loro figli/e costrette ad allontanarsi da casa per problemi di sicurezza.

Siamo disponibili a fornire ogni informazione e ci auguriamo che vogliate dare risalto ad una notizia che segnala per la città di Palermo e per la sua provincia una seria difficoltà per la richiesta di aiuto da parte delle vittime di violenza.

Potete contattarci:
Le Onde Onlus
Via XX Settembre 57
Tel. e fax 091 327973
Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna