Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti.


Una chiesa cattolica che stupra tutte noi, di Giancarla Codrignani

on .

Care tutte, ma quale festa! è un giorno di lutto. Non a causa dei rumeni che stuprano le italiane o degli italiani che stuprano le rumene. E neppure dei rumeni che salvano un'italiana dallo stupratore.

In nome di una politica delle donne ancora da inventare, di Giancarla Codrignani

on .

Care amiche, entro anch'io nei vostri discorsi di dolore e impotenza. Credo che non sia sopportabile, neppure psicologicamente, la sovrapposizione di due argomenti come la laicità e lo strazio della guerra, soprattutto se li argomentiamo come donne.

Dura presa di posizione del COM.IT.ES di Tel Aviv verso l'Associazione delle Ong italiane

on .

Nonostante le tante immagini e le parole non sempre esatte dei media, e nonostante l'indignazione di questi giorni sia sfociata in pochissime iniziative, il mondo dell'associazionismo e della società civile da anni impegnati in Palestina ed a Gaza è presente, ma come sempre troppo poco visibile. Ma parole chiare di condanna vengono spese. E differenti idee sono state espresse. Pubblichiamo il comunicato stampa della Piattaforma delle ONG per il Medio Oriente (di cui l'Associazione Orlando fa parte insieme ad una trentina di altre ong italiane coinvolte nel MO), trasmesso alle agenzie il 30/12/08, e la dura replica del COM.IT.ES di Tel Aviv al comunicato medesimo.

Ai politici italiani da parte di Luisa Morgantini - Vice Presidente del Parlamento Europeo

on .

Dalla lista delle Donne in Nero, riceviamo e pubblichiamo per ampia diffusione la lettera aperta di Luisa Morganitini, vice Presidente del Parlamento Europeo, ai politici italiani sul loro silenzio di fronte alla guerra di Gaza.

La guerra di Gaza. Le donne israeliane prendono posizione contro la guerra

on .

Riceviamo da Yvonne Deutsch delle Women in Black (Donne in Nero) e da Molly Malekar del Bat Shalom (Centro Donne a Gerusalemme Ovest), un documento firmato da numerose e importanti organizzazioni di donne israeliane. Volentieri lo pubblichiamo.