Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti.


inGenere :: Le donne, il lutto e gli scontri. Tunisine in piazza, di Chiara Sebastiani

on .

Molte donne erano presenti nelle manifestazioni spontanee seguìte all'omicidio del leader dell'opposizione Belaid, e al suo funerale. Ma erano tante anche quelle che hanno marciato nel corteo dei simpatizzanti del partito islamista al potere. Il racconto di tre giorni di partecipazione straordinaria per le strade di Tunisi

Sparare, uccidere, essere uccise: è libertà? Di Monica Lanfranco

on .

Ora che in uno dei più grandi e potenti paesi del mondo la battaglia legale di alcune soldatesse per poter ‘servire’ il paese nell’esercito andando anche in prima linea è stata vinta significa che le donne hanno vinto, e guadagnato un nuovo orizzonte sul versante della parità, delle pari opportunità e libertà di scelta?

William Todd Akin - un nome da non dimenticare, di Giancarla Codrignani

on .

Ecco un nome che le donne americane non dimenticheranno in prossimità delle elezioni presidenziali: Todd Akin, candidato repubblicano, ha pronunciato, durante un comizio, una dichiarazione agghiacciante contro le donne che intendono abortire dopo aver subito violenza: "Uno stupro reale ... raramente produce gravidanza", anche perché "il corpo femminile ha i suoi modi per tentare di interrompere la cosa". Ammesso che "qualcosa sia andato storto (sic) ... ci deve essere una punizione sul violentatore, non sul bambino".

Per le donne la scienza è una sfilata di moda? di Monica Lanfranco

on .

Un cerchio di giovani donne i cui visi parlano delle tante e diverse provenienze e colori, sedute in un prato all’ombra di un grande albero: al centro la centenaria Rita Levi Montalcini. E’ a lei che le giovani fanno brevi domande in inglese, a metà tra la storia personale e quella dell’umanità, e la scienziata, bellissima e commovente, risponde.

Addio a Elinor Ostrom, economista e studiosa dei beni comuni

on .

E' morta il 12 giugno a Bloomington (nell'Indiana) Elinor Ostrom, economista, vincitrice del premio Nobel per l'economia nel 2009 per i suoi studi sui "commons", i beni comuni e le soluzioni organizzative migliori per produrli.