Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti.


D.i.Re :: Lettera aperta alla Ministra Elsa Fornero, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali con delega alle Pari Opportunità

on .

Oggi le consegniamo le 23.132 firme di donne e uomini (raccolte al 5 dicembre 2012) che hanno sottoscritto la petizione Mai più violenza sulle donne, proposta il 20 ottobre scorso, da D.i.Re - Donne in Rete contro la violenza, in seguito all’uccisione di Carmela Petrucci, avvenuta a Palermo.

Morire di fondamentalismo cattolico di Monica Lanfranco

on .

“Siamo un paese cattolico”: è solo una frase, ma può essere il motivo che porta a morire. Lei si chiamava Savita Halappanavar, cittadina di origine indiana, faceva la dentista a Galway, nell’Irlanda occidentale, dove ancora vige una legge fortemente restrittiva sull’interruzione di gravidanza.

Obiezione di coscienza e 194: la Laiga contro l'Italia al Consiglio d'Europa di Angela Balzano

on .

Pare che le\i ginecologhe\i dell’ Ass. LAIGA siano davvero combattivi. A scatenare la loro rabbia è l’amara constatazione che in Italia medici e personale sanitario in generale siano sempre meno disposti ad eseguire aborti, nonostante l’esistenza di una legge nazionale, la 194, che ne disciplina la pratica. Come si evince dalle statistiche diffuse dal 2010, infatti, l’obiezione di coscienza in Italia sfiora vette inaudite, quali l’80% nelle regioni del sud, con una media del 69% nelle restanti.

Adesione allo sciopero generale nazionale del 14 novembre. Lettera aperta di Paola Zappaterra

on .

Care, mercoledì 14 novembre la Conferenza europea dei sindacati ha indetto una mobilitazione in tutti i paesi dell'Unione. In Italia la Cgil e altre sigle sindacali aderiscono con uno sciopero generale nazionale di 4 ore.

BeLL – Benfits of Lifelong Learning :: per una lettura di genere dell'educazione permanente

on .

L’associazione Orlando è partner per l’Italia di un ampio progetto europeo che coinvolge dieci paesi diversi in una indagine, la prima a così ampio raggio, sui potenziali benefici dell’educazione liberale degli adulti. Il progetto, dal titolo “BeLL – Benfits of Lifelong Learning”, consentirà di comparare l’educazione permanente degli adulti e le sue ricadute nei paesi partecipanti.