Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti.


Giustizia e morale di Giancarla Codrignani

on .

L'Adnkronos del 20 luglio registra: "In Trentino una giovane donna poco dopo il parto si è vista sottrarre il figlio appena nato, in esecuzione di una procedura di adottabilità, perchè ha un reddito di 500 euro al mese. Il caso è stato reso noto oggi dallo psicologo e psicoterapeuta Giuseppe Raspadori, consulente tecnico di parte del Tribunale di Trento, il quale, in una conferenza stampa, si è espresso in maniera molto critica nei confronti dei criteri con i quali i giudici dei minori applicano la sospensione della potestà genitoriale".

Non è un paese per donne forti di Giancarla Codrignani

on .

La Suprema Corte (sesta sezione penale, sentenza n.25138) ha accolto il ricorso di un uomo condannato ad 8 mesi di reclusione dalla Corte d’Appello di Milano per maltrattamenti in famiglia, annullando la decisione perchè "il fatto non sussiste". La Corte ha sottolineato che "la condizione psicologica della moglie, per nulla intimorita dal comportamento del marito, era solo quella di una persona scossa, esasperata, molto carica emotivamente”, ritenendo così fondato il ricorso con cui l’imputato rilevava il fatto che la Corte d’appello avesse scambiato per “sopraffazione” un mero “clima di tensione tra coniugi”.

Online le registrazioni audio dell'incontro La pillola RU486 - Libere di scegliere

on .

Sono disponibili online le registrazioni audio dell'incontro La pillola RU486 - Libere di scegliere che si è svolto a Bologna il 14 giugno. Organizzato dalla Rete Laica di Bologna, l'evento è stato promosso in collaborazione con l'Associazione Orlando.

Bartleby Occupato: Bologna respinge il razzismo e costringe il Comune al dietro-front

on .

Leggiamo via Facebook il comunicato stampa di TPO, Bartleby, Ya Basta e volentieri diffondiamo.

Protesta contro l'esclusione dei/lle figli/e di migranti senza permesso di soggiorno dai nidi

on .

Da qualche giorno riceviamo mail di protesta di singole/i e gruppi contro la decisione della commissaria del Comune di Bologna, Anna Maria Cancellieri, di escludere dalle iscrizioni agli asili nido i figli di migranti senza permesso di soggiorno. E' una protesta che raccoglie molte voci via Rete e che volentieri rilanciamo.