Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti.


Le donne, le mafie: ambivalenze, contaminazioni. Una lettura differente

 
Livorno 

Visite : 305 

 

Le donne, le mafie: ambivalenze, contaminazioni. Una lettura differente

Incontro promosso dalla Società Italiana delle Letterate
e dalla Associazione Evelina De Magistris,
in collaborazione con il Comune di Livorno

Venerdì 18 gennaio | 17.00
Cisternino di città
Largo del Cisternino, 13 - Livorno

“La mafia, fenomeno complesso per la molteplicità dei suoi aspetti, ma su cui sono stati prodotti molti materiali improvvisati ma poca analisi, quindi poca informazione, si presta benissimo a comunicazioni inquinate da un’alta densità di stereotipi, anzi si può dire sia uno dei terreni più adatti alla loro proliferazione.” (Centro Siciliano di Documentazione “Giuseppe Impastato“)

Anche in questo caso, è possibile andare oltre gli stereotipi a partire da una lettura “altra” rispetto a quella tradizionale: l’incontro “Le donne, le mafie: ambivalenze, contaminazioni. Una lettura differente” è un contributo alla ricerca di una lettura delle Mafie (intendendo anche Camorra e ‘Ndrangheta) attraverso il rapporto donne e realtà mafiosa, con uno spostamento di sguardo e di visione dalla analisi prodotta per lo più dall’antimafia maschile, tutta centrata sul versante economicistico o giudiziario .
Il tema verrà trattato da diverse angolazioni e discipline (letteratura, saggistica, testimonianze, arti figurative, teatro): il filo rosso che le imbastisce è il racconto d’esperienza tra ricordo e memoria collettiva e, soprattutto, la costruzione di un simbolico di contrasto alla mafia in termini di differenza femminile.

  Share

indietro

aaaaa