Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti.


Biografilm Festival - International Celebration of Lives

 
Bologna 

Visite : 198 

 

Biografilm Festival
International celebration of lives

Dall'1 - 24 giugno 2018 torna a Bologna il Biografilm Festival con tanti film da vedere tra cui numerosi sono quelli dedicati a protagoniste femminili

L'Associazione Orlando, che anche quest'anno ha collaborato con Biografilm, ha il piacere di segnalarvi i seguenti film:

Amal (15/6 ore 19.15 Cinema Lumière - 22/6 ore 19.00 Cinema Europa)br>
di Mohamed Siam
Concorso Internazionale
(Danimarca, Francia, Germania, Egitto, Libano, Norvegia / 2017 / 83’)
Amal ha appena 14 anni quando scende in piazza Tahrir nel pieno della Rivoluzione egiziana. Protetta dal cappuccio di una felpa viola, non sembra avere paura e affronta ogni pericolo con spirito ribelle; non è forse un caso che il suo nome in arabo significhi “speranza”. Seguendola lungo le vie del Cairo, vibranti di proteste, il film ne racconta la difficile crescita, la rabbia adolescenziale, i primi amori e i progetti per il futuro. In questo toccante racconto di formazione, la storia di Amal s’intreccia con quella di un popolo intero. La disillusione della gioventù araba è mostrata da una prospettiva femminile e il risultato è una storia intima e potente, densa di sogni ed emozioni.

On her Shoulders (14/6 ore 16.15 Cinema Lumière - 22/6 ore 19.00 Cinema Orione)
di Alexandria Bombach
Concorso Internazionale
(Stati Uniti / 2018 / 94’)
Nadia Murad vede una delle sue tante interviste alla tv e arrossisce. Sperava, come ogni ragazza della sua età, che un giorno si sarebbe sentito parlare di lei. Ma non poteva immaginare che sarebbe stata per sempre ricordata come vittima del terrorismo dell’ISIS. La notte del 3 agosto 2014, a Sinjar, per lei e molti altri fedeli yazidi tutto cambiò. Infiltrandosi nelle tragiche pieghe di un genocidio dimenticato, il film offre uno sguardo esclusivo su una coraggiosa sopravvissuta e il suo popolo, sterminato dallo Stato Islamico perché considerato infedele. Nadia non vuole vendetta, ma ambisce alla consapevolezza del resto del mondo, purtroppo ignaro rispetto a un episodio che ancora oggi sconvolge migliaia di vite innocenti.

Gwendolyn (20/6 ore 19.30 Cinema Europa)
di Ruth Kaaserer
Omaggio DOK LEIPZIG
(Austria / 2017 / 84’)
Gwendolyn convive con una paralisi facciale che le impedisce di sorridere come vorrebbe, ma la malattia non basta a fermare la sua grinta. Nel tempo libero gareggia infatti come sollevatrice di pesi, conquistando diversi titoli internazionali. Tra allenamenti e gare in giro per il mondo, il film racconta con delicatezza la storia di una donna invincibile, che non accetta la sconfitta e vive sfidando i propri limiti.

Jane Fonda in Five Acts (14/6 ore 11.15 Cinema Lumière - 15/6 ore 19.00 Cinema Arlecchino - 24/6 ore 21.00 Cinema Europa)
di Susan Lacy
Evento speciale
(Stati Uniti / 2018 / 133’)
Ragazza della porta accanto, sex symbol, attivista, tycoon del fitness: l’attrice premio Oscar® Jane Fonda ha vissuto una vita segnata da controversie, tragedie e trasformazione, e l’ha fatto sotto lo sguardo costante del pubblico. JANE FONDA IN FIVE ACTS è uno sguardo intimo sul suo singolare percorso di vita, rappresentando la Fonda nella sua essenza: magnetica, coraggiosa eppure vulnerabile. Con interviste – tra gli altri – a Robert Redford, a Lily Tomlin, alla produttrice Paula Weinstein e agli ex-mariti Tom Hayden e Ted Turner, i primi quattro atti della vita di Jane Fonda sono scanditi dai nomi dei quattro uomini che hanno condiviso e influenzato le sue ambizioni personali e professionali. Il quinto atto invece è intitolato alla stessa Fonda, chiamata a confrontarsi con i suoi demoni, riunirsi alla sua famiglia e rimettere in piedi una carriera di successo sia come attrice che come attivista.

Hannah (19/6 ore 18.30 Cinema Galliera)
di Andrea Pallaoro
Celebration of Lives
(Francia, Belgio, Italia / 2017 / 95’)
Una magnifica Charlotte Rampling in un’interpretazione personalissima: la routine a cui Hannah cerca disperatamente di aggrapparsi, tra lavoro, corsi di teatro e piscina, va in pezzi all’indomani dell’arresto del marito. Perché è stato incarcerato? Perché lei si nasconde dai vicini? Perché suo figlio non vuole avere niente a che fare con lei e le impedisce di vedere il nipote? Gli indizi per rispondere a questi dilemmi sono lì, ma le risposte sono del tutto marginali. Al centro di ogni scena c’è Hannah: il suo mondo interiore esplorato senza giudizi morali, un crollo che traspare con inquietante compostezza dai gesti, dagli sguardi, dai momenti di cedimento.

Love is Potatoes (16/6 ore 18.45 Cinema Lumière - 20/6 ore 19.00 Cinema Orione)
di Aliona van der Horst
Concorso Internazionale
(Olanda / 2017 / 90’)
L’eredità di Aliona consiste in sei metri quadrati: un sesto della casa dove la madre è cresciuta prima di scappare in Olanda. Nella steppa sconfinata, persa nel cuore della campagna russa, la regista non rimane indifferente ai cimeli conservati fra quelle fragili pareti di legno. Tra vecchie foto, un numero indefinito di scarpe e il ricordo delle patate che le cucinava la nonna, Aliona intraprende un doloroso viaggio nel passato alla scoperta delle proprie origini. Accompagnata dalle illustrazioni dell’artista italiano Simone Massi, Love is Potatoes racconta la favola del terrore sovietico e degli anni di Stalin, affrontando con grande coraggio la fiamma di una paura ancora accesa.

Les Gardiennes (18/6 ore 18.00 Cinema Europa)
di Xavier Beauvois
Biografilm Europa
(Francia / 2017 / 138’)
Francia, 1915. Allo scoppio del Primo Conflitto Mondiale gli uomini sono partiti per il fronte e le donne li sostituiscono nel lavoro in campagna. Per portare avanti la fattoria di famiglia, Hortense è costretta a grandi sacrifici. A darle forza ci sono soltanto la figlia e la giovane lavorante Francine. Dopo il successo di Le Petit Lieutenent (2005), Nathalie Baye torna davanti alla macchina da presa di Xavier Beauvois in un emozionante viaggio nel passato, scandito dal ritmo delle stagioni e dall’attesa di una paura senza volto. Tratto dal romanzo di Ernest Pérochon, Les Gardiennes racconta le donne: libere, coraggiose e innamorate, sopravvivono con dignità a una sorte tragica e camminano a testa alta verso un futuro migliore.

Riduzione di  € 2,00 presentando alle casse la tessera dell'Istituzione Biblioteche a cui la Biblioteca Italiana delle Donne è collegata

www.biografilm.it

  Share

indietro

aaaaa