Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti.


La questione Europa. Scenari geopolitici e biopolitici. Corpi, spazi, conflitti e invenzioni

 
Bologna 

Visite : 1043 

 Etica e Politica nella prospettiva degli studi di genere 2017/2018
La questione Europa
Scenari geopolitici e biopolitici. Corpi, spazi, conflitti e invenzioni


Corso Transdisciplinare di Genere a.a. 2017/2018
CODICE 36666- Facoltà di Giurisprudenza, 3 CFU
Ex convento di Santa Cristina,
Aula 2, Piazzetta Giorgio Morandi, 2, Bologna

Il corso Transdisciplinare di Genere, alla sua 13° edizione, è aperto a studenti di ambo i sessi e cittadinanza e dà diritto a 3 crediti formativi. Avrà a tema “La questione Europa”. La scelta è motivata dalla crisi e, insieme, dalla necessità di un comune orizzonte europeo dopo l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea e in presenza di movimenti e tendenze sovraniste in vari paesi e governi dell’UE.

Il corso è curato dalle Professoresse Carla Faralli e Raffaella Lamberti; tutor l’assegnista di ricerca Angela Balzano e la dott.ssa Ilaria Santoemma. Le lezioni si terranno ogni lunedì e martedì dalle 17 alle 19 in aula 2, dal 16 ottobre al 5 dicembre, nel complesso di Santa Cristina, sede di dipartimenti universitari e del Centro delle donne della città.

Le domande che ci poniamo sono: qual è l’Europa esistente rispetto a quando il Manifesto di Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi affermava l’«impellente tragica necessità» dell’unità europea? Che ruoli rivestono i diversi stati e quali dinamiche caratterizzano l’Europa intera oggi? Cosa perderemmo se il progetto europeo, fermandosi all’Europa che c’è, fallisse l’obiettivo di porsi come Europa dei popoli e farsi Europa federale? Quale contributo possono dare le donne, gli approcci di genere e queer perché l’Unione Europea non sia un’istituzione burocratica, ma eserciti un ruolo democratico a fronte di flussi migratori crescenti, chiusure nazionali in aumento, attentati terroristici diffusi, per la libertà e la convivenza nonviolenta e la soddisfazione delle istanze di autodeterminazione economica, sociale, giuridica di singole/i, per la realizzazione di valori culturali e diritti individuali e collettivi di nativi e migranti e delle minoranze?

Per l’esperienza e la competenza inviteremo il Prof. Romano Prodi augurandoci che possa avere una data a sua scelta.

Vi saranno lezioni generali e presentazioni di casi specifici. Il corso considererà l’Europa, fisica, storica, politica e ideale secondo un approccio transdisciplinare aperto a molteplici punti di vista.

La Biblioteca Italiana delle donne e il Server Donne cureranno documentazione ad hoc su questo sito.

Ottobre

Lunedì 16: Presentazione del corso Carla Faralli, Raffaella Lamberti; Il mito di Europa, Raffaele Salinari,
Martedì 17: Generazioni e movimenti di donne tra gli anni Settanta e gli anni Novanta del '900: uno sguardo dalla prospettiva europea, Elda Guerra

Lunedì 23: Europeisti contro sovranisti, Gianfranco Pasquino
Martedì 24: La soggettività valutata: valore del genere e possibilità della critica nel contesto neoliberista, Elisa A.G. Arfini; Il genere nella costruzione del progetto culturale europeo: oggetti, soggetti e politiche di uguaglianza, Athena-Maria Enderstein

Lunedì 30: Città, metropoli e periferie: dimensioni demografiche, urbanistiche, politiche. Lavinia Bifulc, Quali capacità delle città e degli spazi urbani di promuovere convivenza e produrre cittadinanza trasversale? Giovanna Iacovone

Novembre

Lunedì 6: L'Europa delle "Città vicine" (a partire dall'omonimo convegno del febbraio 2016 alla Casa Internazionale delle Donne di Roma), Loredana Aldegheri
Martedì 7: Europa e migranti: teorie e pratiche dell'accoglienza e dell'insegnamento della lingua seconda (L2), Rita Alicchio, Fernanda Minuz

Lunedì 13: Eredità coloniale e costruzione dell'Europa: una storia non detta, Gustavo Gozzi; DOnne e femminismi, Federica Giardini
Martedì 14: Le guerre nel Medio Oriente: responsabilità di paesi occidentali e ricadute nell’area Euromediterranea, Giulia Sudano, Fouad Rouehia.

Lunedì 20: Le trasformazioni legate ai flussi migratori. L’emigrazione di donne e giovani dal Mediterraneo all’Italia,Stefania Scarponi
; Eliminare la violenza contro le donne: oltre l'ordinamento giuridico interno, Milli Virgilio Martedì 21: Intercultura e global education: generi, generazioni, gent, Rita Monticelli, Francesco Cattani

Lunedì 27: Movimenti sociali nel vecchio continente: Donne, generi, tecnologie e precariato in Italia, Cristina Morini; Forme di autorganizzazione e la loi travail in Francia, Davide Gallo Lassere
Martedì 28: A 100 anni dalla rivoluzione russa: gli sconvolgimenti sociali e la trasformazione culturale e del ruolo della donna, Tatiana Issoupova

Dicembre

Lunedì 4: Giro d’orizzonte europeo: l’autodeterminazione femminile, le pratiche (non) riproduttive e le politiche di stati differenti e dell’Unione Europea; Angela Balzano, Ilaria Santoemma
Martedì 5: Il quadro dei rapporti degli Stati Uniti a presidenza Trump con l’Unione Europea, Raffaella Baritono

Per informazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  Share

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

indietro