Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti.


Circuiti di violenza domestica e sul lavoro in ambiente mafioso

 
Bologna 

Visite : 360 

 Circuiti di violenza domestica e sul lavoro in ambiente mafioso

martedì 6 giugno 2017 ore 17.30

Centro Documentazione Donne
Via del Piombo, 5 - Bologna

Attraverso la presentazione di un romanzo della scrittrice napoletana Floriana Coppola - “Vico Ultimo della sorgente” - vengono analizzati i diversi aspetti a carattere sistemico della violenza contro le donne. La protagonista è vittima di pesante violenza domestica all’interno di una famiglia appartenente alla camorra e, dopo molti anni in cui il terrore di alimentare ulteriore violenza per sé e per i propri figli le impedisce di reagire, trova il coraggio di denunciare il marito per le violenze subìte e per i fatti di camorra di cui è colpevole. Con il sostegno delle istituzioni pubbliche e private intraprende un percorso di emancipazione, ma si scontra con ulteriori violenze e ricatti anche sul lavoro e con la persecuzione che il marito continua ad esercitare dal carcere. Fatti che la costringeranno ad andarsene per sempre dalla sua città

Dopo la presentazione a cura dell’autrice, discutono in merito alle strategie di contrasto alla violenza contro le donne e alle peculiarità dei fenomeni mafiosi:

Milly Virgilio -Avvocata e Responsabile del Progetto LEX-OP
Quadro giuridico sulla violenza domestica e prospettive di evoluzione

Antonio Monachetti - Responsabile provinciale Libera Bologna
Storie di vita e di coraggio, di mafie e di donne

Stefania Pellegrini – Università di Bologna, CIRSFID
Donne e mafie tra stereotipi e nuove prospettive

Stefania Scarponi - Centro studi di genere dell’Università di Trento
Casi giudiziari emblematici in tema di molestie sul lavoro

Anna Salfi – Presidente Fondazione Argentina Bonetti Altobelli
2006-2016 : prassi contrattuali di contrasto alla violenza di genere

Intervengono:
Maria Chiara Risoldi, Presidente della Casa delle donne per non subire violenza, Bologna
Milena Schiavina, Responsabile Sportello Donne CdlM Bologna

  Share

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

indietro